Cooperativa, la storia dell’unione che fece la forza

Dalla fame seduta a tavola all’unione che fece la forza: la storia cooperativa di Trezzo dal primo Novecento al rifiuto della tutela fascista fino alla fondazione della “Proletaria” (1945).
Don camillo, cooperativa, peppone, peppone don camillo, coop, storia coop, coop unione, un grande avvenire dietro le spalle, cooperativa, storia cooperativa, la proletaria, il risveglio, il risveglio nazionale, roberto vitale, michele giordano, Coop unione di trezzo sull’adda, don giuseppe lazzari, don carlo rizzi, cooperative cattoliche, cooperative e fascismo, società operaia di mutuo soccorso, trezzo, storia trezzo, la benvenuta, cooperativa la benvenuta, cooperativa il risveglio, cooperativa cornate d’adda, cornate, cooperativa duca d’aosta
Anni Cinquanta – L’ammasso del grano alla cooperativa trezzese “La Proletaria”

Cooperativa «Il Risveglio». Così si chiama il circolo trezzese che nasce a Trezzo nel 1919: coniuga vino e cultura nel tempo lasciato libero dalla giornata lavorativa. L’associazione organizza un gruppo corale, uno teatrale, una biblioteca e una banda nella Casa del Popolo, inaugurata il 6 novembre 1921 sull’attuale via Gramsci. L’edificio ospita l’istruzione, la tutela e il dialogo tra gli associati. Per questo gli squadristi vi irrompono più di una volta, facendo chiudere il Circolo per aver venduto senza licenza bevande alcoliche a non soci.

Don camillo, cooperativa, peppone, peppone don camillo, coop, storia coop, coop unione, un grande avvenire dietro le spalle, cooperativa, storia cooperativa, la proletaria, il risveglio, il risveglio nazionale, roberto vitale, michele giordano, Coop unione di trezzo sull’adda, don giuseppe lazzari, don carlo rizzi, cooperative cattoliche, cooperative e fascismo, società operaia di mutuo soccorso, trezzo, storia trezzo, la benvenuta, cooperativa la benvenuta, cooperativa il risveglio, cooperativa cornate d’adda, cornate, cooperativa duca d’aosta
Ammasso del grano in cooperativa (Raccolta Rino Tinelli, Trezzo sull’Adda)

«Il Risveglio» paga l’ammenda ma, in uno sgrammaticato volantino, il Fascio locale ne differisce la riapertura a queste condizioni: che il sodalizio si sciolga, le nuove adesioni siano indirizzate al Fascio, quest’ultimo ne approvi il consiglio e ne rediga lo statuto. Il nome deve inoltre essere chiarito in «Il Risveglio Nazionale». Gli affiliati rifiutano. La Casa del Popolo diventa così Casa del Fascio. Dopo la guerra, nel 1949, la nuova cooperativa «La Proletaria» si aggiudica l’edificio e il terreno attiguo in un’asta a candela, avanzando l’ultima offerta prima che quella si smorzi.

Don camillo, cooperativa, peppone, peppone don camillo, coop, storia coop, coop unione, un grande avvenire dietro le spalle, cooperativa, storia cooperativa, la proletaria, il risveglio, il risveglio nazionale, roberto vitale, michele giordano, Coop unione di trezzo sull’adda, don giuseppe lazzari, don carlo rizzi, cooperative cattoliche, cooperative e fascismo, società operaia di mutuo soccorso, trezzo, storia trezzo, la benvenuta, cooperativa la benvenuta, cooperativa il risveglio, cooperativa cornate d’adda, cornate, cooperativa duca d’aosta
Anni Quaranta – Azione della cooperativa trezzese “La Proletaria”

L’ottimo Roberto Vitale, già autore di una riedita monografia sulla trezzese Società Operaia di Mutuo Soccorso, firma la disamina storica delle cooperative sorte sul territorio e riunite dal 1968 in «Adda Coop». Dopo aver riordinato l’archivio della locale cooperativa «La Proletaria», registrando inoltre alcune interviste, l’autore ne ha ripercorso la vicenda nel primo dei due volumi che, come l’autobiografia di Vittorio Gassman, s’intitolano «Coop Unione di Trezzo sull’Adda – Un grande avvenire dietro le spalle» (2008).

Don camillo, cooperativa, peppone, peppone don camillo, coop, storia coop, coop unione, un grande avvenire dietro le spalle, cooperativa, storia cooperativa, la proletaria, il risveglio, il risveglio nazionale, roberto vitale, michele giordano, Coop unione di trezzo sull’adda, don giuseppe lazzari, don carlo rizzi, cooperative cattoliche, cooperative e fascismo, società operaia di mutuo soccorso, trezzo, storia trezzo, la benvenuta, cooperativa la benvenuta, cooperativa il risveglio, cooperativa cornate d’adda, cornate, cooperativa duca d’aosta
1966 – Il reparto carni della cooperativa trezzese “La Proletaria”

La fame seduta a tavola. Ancora nel 1884 Trezzo conta 206 pellagrosi, malati di fame cronica che una locanda sanitaria sfama solo in alcuni periodi dell’anno. La Società Operaia di Mutuo Soccorso (1879) consente qualche sollievo in caso d’infortunio, morte e malattia occorsa agli associati. Ma ci sono anche cooperative cattoliche, sortite dall’enciclica Rerum Novarum (1891) di Leone XIII specie tra i contadini della provincia, che ancora baciano la mano ai reverendi prevosti. Don Carlo Rizzi, parroco trezzese, difende a tal punto i parrocchiani sfruttati da essere chiamato «prete socialista» dalle anime belle: e «sobillatore» dal questore di Milano.

Don camillo, cooperativa, peppone, peppone don camillo, coop, storia coop, coop unione, un grande avvenire dietro le spalle, cooperativa, storia cooperativa, la proletaria, il risveglio, il risveglio nazionale, roberto vitale, michele giordano, Coop unione di trezzo sull’adda, don giuseppe lazzari, don carlo rizzi, cooperative cattoliche, cooperative e fascismo, società operaia di mutuo soccorso, trezzo, storia trezzo, la benvenuta, cooperativa la benvenuta, cooperativa il risveglio, cooperativa cornate d’adda, cornate, cooperativa duca d’aosta
Fine Anni Cinquanta – Incontro di boxe alla cooperativa trezzese “La Proletaria”

Eppure, le cooperative cattoliche promuovono la cura dei proprietari terrieri per i propri lavoranti solo nell’obbedienza dei secondi ai primi. I consorzi “rossi” prefigurano invece la condivisione della terra, garantendo tutela e diritto agli aderenti. Malgrado qualche attrito, le cooperative cattoliche sopravvivono al Ventennio. Quelle come «Il Risveglio» o «la Benvenuta» di Trezzo non riescono invece ad accettare la tutela fascista. Anche se, alle volte, le camicie nere non sono in grado di amministrare l’ente asservito: è il caso della «Duca d’Aosta» a Cornate d’Adda, lasciate in gestione ai “rossi” di cui il fascio locale si limita a monitorare l’azione. Non è inoltre da escludere che la chiusura delle cooperative per mano fascista sia quantomeno appoggiata da alcuni esercenti paesani, cui i prezzi dei consorzi pongono un’alternativa e un calmiere.

Don camillo, cooperativa, peppone, peppone don camillo, coop, storia coop, coop unione, un grande avvenire dietro le spalle, cooperativa, storia cooperativa, la proletaria, il risveglio, il risveglio nazionale, roberto vitale, michele giordano, Coop unione di trezzo sull’adda, don giuseppe lazzari, don carlo rizzi, cooperative cattoliche, cooperative e fascismo, società operaia di mutuo soccorso, trezzo, storia trezzo, la benvenuta, cooperativa la benvenuta, cooperativa il risveglio, cooperativa cornate d’adda, cornate, cooperativa duca d’aosta
Fine anni Cinquanta – Premio “Miss vie nuove” alla cooperativa trezzese “La Proletaria”

Incontri di pugilato, fogli d’informazione mensile e concorsi di bellezza. Dal 1945, la cooperativa trezzese è fucine di pensiero e azione. Il grano viene ammassato qui dai contadini, cui il sodalizio anticipava una quota, aspettando che i prezzi lievitino sul mercato. I consociati possono anche affittare macchine agricole e i costi dei generi offerti sono abbattuti rispetto ai negozi tradizionali. L’associazione soffre però anche momenti di ristagno economico, specie all’avvio, o quando la fusione di altre cooperative lascia scontenti i campanilisti, che si rifiutano di rinnovare l’iscrizione nei paesi vicini. Tra le consorelle assorbite da «La Proletaria» c’è anche la cooperativa concesina «La Libertà», cui la nuova amministrazione destrorsa appesantisce la tassazione, disastrandone le economie.

Don camillo, cooperativa, peppone, peppone don camillo, coop, storia coop, coop unione, un grande avvenire dietro le spalle, cooperativa, storia cooperativa, la proletaria, il risveglio, il risveglio nazionale, roberto vitale, michele giordano, Coop unione di trezzo sull’adda, don giuseppe lazzari, don carlo rizzi, cooperative cattoliche, cooperative e fascismo, società operaia di mutuo soccorso, trezzo, storia trezzo, la benvenuta, cooperativa la benvenuta, cooperativa il risveglio, cooperativa cornate d’adda, cornate, cooperativa duca d’aosta
1954 – Groppo corale della cooperativa trezzese “La Proletaria”

Anche la cooperativa trezzese soffre l’ombra della politica, negli anni in cui don Camillo e Peppone sembrano ripetere a Trezzo le ripicche di Brescello. Il consiglio de «La Proletaria» delibera un’offerta all’asilo laico «Umberto e Margherita» e prima ancora per quello parrocchiale di «Santa Maria», avendone ricevuta preghiera via posta. In ambo i casi l’obolo viene rinviato al mittente.

Don camillo, cooperativa, peppone, peppone don camillo, coop, storia coop, coop unione, un grande avvenire dietro le spalle, cooperativa, storia cooperativa, la proletaria, il risveglio, il risveglio nazionale, roberto vitale, michele giordano, Coop unione di trezzo sull’adda, don giuseppe lazzari, don carlo rizzi, cooperative cattoliche, cooperative e fascismo, società operaia di mutuo soccorso, trezzo, storia trezzo, la benvenuta, cooperativa la benvenuta, cooperativa il risveglio, cooperativa cornate d’adda, cornate, cooperativa duca d’aosta
1957 – Il mago Zurlì (Cino Tortorella) intrattiene i bimbi alla cooperativa trezzese “La Proletaria”

«E’ stato un errore» recita la missiva che riaccompagna i soldi rifiutati dal primo ente. Quello religioso respinge invece il denaro con una lettera firmata dal prevosto stesso, don Giuseppe Lazzari: «L’oblazione sarebbe stata bene accetta – scrive – se presentata non già dalla vostra Istituzione come emanazione del vostro partito politico, ma come offerta di persone». Don Camillo a Peppone non avrebbe saputo dire di meglio.

Don camillo, cooperativa, peppone, peppone don camillo, coop, storia coop, coop unione, un grande avvenire dietro le spalle, cooperativa, storia cooperativa, la proletaria, il risveglio, il risveglio nazionale, roberto vitale, michele giordano, Coop unione di trezzo sull’adda, don giuseppe lazzari, don carlo rizzi, cooperative cattoliche, cooperative e fascismo, società operaia di mutuo soccorso, trezzo, storia trezzo, la benvenuta, cooperativa la benvenuta, cooperativa il risveglio, cooperativa cornate d’adda, cornate, cooperativa duca d’aosta
1965 – Ventesimo di fondazione della cooperativa trezzese “La Proletaria”

________________

Per approfondire

– Roberto Vitale, Coop Unione di Trezzo sull’Adda – Un grande avvenire dietro le spalle, vol. 1, Milano 2008; dal volume sono tratte anche le immagini salvo quella citata dalla Raccolta di Rino Tinelli, che ringrazio.

– Michele Giordano, Una selvaggia normalità – la camicia nera del regime in doppiopetto, Milano 2012 (circa le violenze fasciste sulla cooperativa di Busnago).