A scuola di dialetto lombardo: maestro ‘berardo

Civica benemerenza alla memoria nel 2013, Aberardo Cortiana tenne scuola di dialetto lombardo, lo disciplinò in grammatica scritta, innalzò il vernacolo alla perfezione della metrica classica e versò persino l’Antico Testamento in filastrocche dialettali. Battuta pronta dietro agli occhiali scuri. … Continua

Il Ramusio: un volume del ‘500 a Concesa

postato in: letture, ricerca | 0

Dagli scaffali della biblioteca carmelitana in Concesa, sopravvissuta alle spoliazioni, la cinquecentina di Giovanni Battista Ramusio narra le esplorazioni per mare dall’età classica al Cinquecento: il naufrago di Piero Quirino. Due volte soppresso, il chiostro concesino dei Carmelitani Scalzi conserva intatto il … Continua

Cucina lombarda: l’osteria che profumava via Ermigli

L’osteria trezzese «Due Merli» che, sulla via Ermigli, apparecchiò la tradizione per oltre un secolo: il gesto deciso e preciso di Gemma, che preparava da sarta la cucina lombarda Longeva in via Ermigli 1 fu a Trezzo l’osteria «Due Merli» che portò il … Continua

Il dialetto lombardo in un giornale

Tra computer e calamaio, è ormai un anacronismo parlare o scrivere in dialetto lombardo? La risposta in un foglio, «Balverda», pubblicato per vent’anni dal trezzese Angelo Minelli. Frenava le ruote sottili della sua bicicletta, metteva via quel sorriso da Fernadel … Continua

Concesa ritrova il memoriale carmelitano

postato in: biografia, ricerca | 0

Dall’archivio carmelitano di Concesa, il santuario ai piedi dell’eternità, riaffiora il memoria che nel 1917 padre Telesforo ebbe ordine di compilare dal padre Provinciale: per fare memoria delle soppressioni sofferte ma anche del quotidiano vivere all’ombra del chiostro. Risale al … Continua

Costanza Bassi e i cioccolatini del Manzoni

postato in: biografia, ricerca | 0

I versi di Luigi Medici restituiscono una visita del 1942 allo studio di Costanza Bassi, nobildonna milanese che tiene villeggiatura a Trezzo: la teologia del cammelliere e le bozze di Manzoni. Non è facile portare il nome di una virtù. … Continua

Antonio da Trezzo, “spia” del Duca milanese

postato in: biografia, ricerca | 0

Ambasciatore, segretario, spia? Antonio da Trezzo consuma i suoi giorni a Napoli, dove lo accoglie esule la corte aragonese dopo che il duca Sforza lo ha sospettato di tradimento. In una lettera datata 1469 a Napoli, dov’è oratore per la … Continua

Ferdinando Brambilla da Cassano, un pittore in Antartide

postato in: biografia, ricerca | 2

Dipingeva scenografie alla Scala, finì a ritrarre l’Antartide: l’artista coi pennelli nella bisaccia, Ferdinando Brambilla. Ferdinando Brambilla, pittore alla corte e sui vascelli di Spagna, nacque il 12 febbraio 1763 «da genitori probi e agiati della Cantarana»: uno scampolo di … Continua

1 8 9 10 11 12 13 14