• Villaggio operaio di Crespi d'Adda - Archivio ASCAL
  • Padre Gerardo Bongioanni officia sul fronte albanese
  • Celeste Mariani al centro per il 50° di matrimonio
  • Il generale Antonio Trotti Bentivoglio (Archivio Bassi)
  • Barcone sull'Adda della famiglia Colombo
  • Maestranze al ponte San Michele di Paderno d'Adda (1888)
  • Lavori di sbarramento all'Adda (ASCAL)
  • Villaggio operaio Crespi d'Adda (ASCAL)
  • Il sindaco Carletto Colombo assegna il Cavalierato di Vittorio Veneto ad un reduce trezzese (Archivio Comunale)
  • Processione sul rione Valverde a Trezzo (Archivio Rolla)

Angelo Lecchi, se la politica è forma alta di carità

postato in: biografia, ricerca | 0

Se Paolo VI diceva della politica che è la più alta forma di carità, Angelo Lecchi passò da quelle parole al proprio gesto politico: devoto, laborioso e appassionato. Al civico trezzese 7 di via Galli, Angelo Lecchi lasciò la coppola che … Continua

Pirovano, il forno che profumava la Valverde

La storia come un coltello nel pane. Da Cassina de’ Pecchi a Trezzo, i panettieri Pirovano si collocano nell’economia paesana, spezzando sul rione valverde la quotidiana fatica del fornaio. Forni rionali profumavano Trezzo, dal Pirovano sulla Valverde risalendo in piazza Vittorio … Continua

“Buroo” e “Pippo”, i due Antonio dei Trezzesi

postato in: biografia | 2

I due Antonio dei Trezzesi, felici raccontatori finché non divennero loro pure qualcuno di cui è bello raccontare. «Pippo» era Antonio Albani, classe 1931, solo per l’impiegato dell’anagrafe. I Trezzesi se lo ricordano in vicolo Bue, piccolo scorcio di grande … Continua

Villa, bottai ottocenteschi da Gorgonzola a Trezzo

Da Gorgonzola a Trezzo, la famiglia dei bottai Villa impegna almeno tre generazioni in quell’artigianato: utilità contadine battezzate dal dialetto e “comodità” per le lavandaie, che lavavano i panni in Adda. A Gorgonzola il 15 ottobre 1887 Lazzaro Villa, secchionaio … Continua

La Madonna e il fiume: culti d’acqua lungo l’Adda

La Madonna dell’acqua. La somma delle devozioni mariane nella valle abduana rimanda alle forme femminile del fiume, che i Celti veneravano in figura di dea. Il Cristianesimo traduce questa liturgia d’acqua nel culto a Maria, tessendo una generosa tradizione di … Continua

1 2 3 4 13